I romanzi di Maurilio Barozzi

Spagna

Prima edizione Giunti, 2003

Seme di Metallo

Prima edizione Curcu&Genovese, 2006

I romanzi in versione ebook

acquistabili su Amazon

ebook Kindle

EUR 3,89

Amazon

ebook Kindle

EUR 5,52

Amazon

ebook Kindle

EUR 0,89

Amazon

ebook Kindle

EUR 3,17

Amazon

«E' come l'inseguimento di un sogno che si trasforma in un ottimo pretesto per descrivere paesaggi e figure umane con grande cura dei dettagli».

(La Stampa/Tuttolibri)


«Un pellegrinaggio folle e ricco di imprevisti».

(Diario)


«Attento e intelligente visitatore […] Maurilio Barozzi unisce un’apprezzabilissima sensibilità nello scavare nella malinconia e nell’incertezza dell’animo umano».

(Trentino, Alto Adige, Corriere delle Alpi)


«Narrata con scrittura visionaria che mantiene sempre in bilico tra realtà e sogno, questa è una storia di amore e morte».

(L’Adige)


«Una sorta di western crepuscolare che riprende il tema del viaggio come iniziazione, dell'ovest come miraggio e della frontiera intesa come fine della terra: il confine assoluto e mitico che nel contempo lega e distingue l'uomo e il suo destino».

(Brescia Oggi)


«In una Spagna palesemente riconoscibile nelle sue più oleografiche caratteristiche - flamenco, passionalità, corrida e fede religiosa per citarne solo alcune - Barozzi ha abilmente ambientato una coinvolgente storia d'amore».

(Gazzetta di Parma)

«Noir d'autore, con scrittura netta e precisa come il taglio di un bisturi, il romanzo di Barozzi mantiene un'andatura costante che per contrasto aumenta nel lettore un disagio che si fa asfissia fino a un finale rocambolesco e nervoso, rapido e parzialmente atteso, che riprende la bellezza di certi passi messianici disseminati nel libro».


(Laura Caroniti, Lankelot.eu)



«Un racconto alla David Lynch che può essere accompagnato dalle musiche di Badalamenti e Antony and the Johnson».


(L’Arena di Verona)



«Un noir duro e teso […]. Con linguaggio secco e efficace racconta non solo di delitti e caccia all’uomo, di misteri e sospetti, ma rimette in gioco quel mondo del lavoro che portò a Mori e nel Trentino la Montecatini».


(Trentino, Alto Adige, Corriere delle Alpi)



«Amara è la storia del protagonista […]; duro è l’ambiente, ruvidi i personaggi, pregni di una violenza che pervade l’esistente».


(Silvia Bruno, L’Adige)